A Città Sant’Angelo la prima scuola governativa maschile sorta in Abruzzo per l’educazione magistrale, nonché la prima in tutto il Regno fra le scuole Magistrali Rurali in base al Decreto Ministeriale 1º maggio 1878.

L’istituto “Bertrando Spaventa” esiste dal 1878 sempre nello stesso stabile ampliato negli anni. Oggi comprende il liceo linguistico, il liceo scientifico sportivo, e il liceo delle scienze umane (con l’opzione economico-sociale)

La Storia

L’Istituto Magistrale “Bertrando Spaventa” è nato il 1° maggio 1878. L’atto di nascita ufficiale della “scuola magistrale” è certificato, infatti, da un manifesto di notifica, ancora in archivio. Ma una testimonianza autorevole e sicura, sulla nascita dell’Istituto Magistrale, viene da “La Monografia della Provincia di Teramo”, del 1892.” La prima Regia scuola normale maschile di Città Sant’Angelo, istituita nel 1878 colla qualità di magistrale, venne convertita in normale inferiore nel 1883/84, dopo la promulgazione del regolamento 21 giugno 1883. Nel settembre del 1888, si cambiò in scuola normale superiore…”.

Lo stabile che tuttora ospita l’Istituto Magistrale fu edificato nel 1884. La prima lezione della sua storia si tenne, invece, nella sala consiliare del Comune. A prenderne parte una sola classe, composta da nove alunni che nel corso dell’anno divennero venti. L’anno dopo, siamo nel 1879, con due classi partecipanti alle lezioni, fu individuata, nell’attuale ospizio “Sgaroni”, la sede dell’attività scolastica che ospitava, inoltre, un collegio ed un corso di scuola elementare, finalizzato al tirocinio.

Una realtà di grande prestigio che nel 1901 fece registrare la presenza, come docente di Gioacchino Volpe, padre della storiografia, autore di un ricordo commosso e ammirato della scuola superiore angolana e dei suoi studenti. Nella sessione d’esame 1905-1906, fu la volta, addirittura, di Luigi Pirandello. Il premio Nobel per la letteratura visse questa esperienza da presidente di Commissione. Della sua presenza a Città Sant’Angelo resta una traccia indelebile nella novella “Notte”, compresa nel I volume di “Novelle per un anno”. Alla fine della I guerra mondiale Francesco Jovine, autore tra l’altro de “Le terre del Sacramento” completò il corso di studi superiori a Città Sant’Angelo, conseguendo l’abilitazione con il massimo dei voti. Da allora un crescendo autentico che ha portato l’Istituto Magistrale “B. Spaventa” tra le istituzioni più significative e qualificate del panorama scolastico regionale.

Dall’anno scolastico 1990/1 all’Istituto Magistrale “B. Spaventa “ di Città S. Angelo è stato aggregato il Liceo Scientifico di Montesilvano, nato nell’a. s. 1971/72 come sede staccata del liceo “Leonardo da Vinci” di Pescara.

Dall’anno scolastico 2005/06 lo “Spaventa”, a seguito del processo di dimensionamento, viene diviso dal Liceo scientifico di Montesilvano e, con gli indirizzi Linguistico, Scientifico-tecnologico e Scienze sociali, costituisce parte fondante dell’Istituto Omnicomprensivo di Città Sant’Angelo.
A seguito della riforma della scuola secondaria di II grado, dall’a. s. 2009-10 torna ad essere l’Istituto di Istruzione Superiore “Bertrando Spaventa” con gli indirizzi riformati di Liceo Linguistico, Liceo delle scienze applicate e Liceo delle scienze umane, anche con opzione economico sociale (LES).